Vieniminelcuore
tutto quello che hai sempre voluto sapere sull'Autrice del libro e non hai mai trovato altrove perché a nessuno è mai fregato di pubblicarlo

I am mine

- 14 maggio 2013

dunque, io ci ho pensato, e alla fine credo di averlo capito cos’è che mi rende così felice negli ultimi tempi, nonostante il conto in banca ai minimi termini e l’agonia di questa pioggia che sembra non finire mai (ma ehi, quanto te li godi i giorni di sole quando arrivano?). è il fatto di essere di nuovo – finalmente – libera. con la mia nanocasa piena di luce e di aria, il mio vagare per mille locali diversi (non potrei più vivere senza un lavoro che si può fare da ovunque), le persone splendide che sfiorano la mia vita ogni giorno e gli amici che amo da morire, che quando li vedi è come avere in bocca delle cose buonissime, e poi sentirle in pancia, e stare bene. mi ricorda la sensazione della prima volta a new york, che avevo ventiquattro anni, ero da sola e giravo, giravo, e in ogni posto dove andavo succedevano cose, tutte legate da un filo che se volevate potevate pure chiamarlo destino, ma non era così, la cima non era da una parte sola, ve lo giocavate, tu e la vita, dove andare dopo. e insomma parlando di filo, è evidente che l’ho perso. ah no ecco cosa stavo dicendo, la cosa che ho capito, il motivo per cui sono così felice in questi giorni. è che non mi costringo a fare niente che non voglio fare. non c’è nessuno che mi condizioni o decida per me cos’è giusto, nessuno a cui dia il potere di mettermi addosso anche solo un’ombra di ricatto morale. tutto fluisce libero e senza compromessi, e dipende solo e soltanto da me. il mio stomaco, la mia pelle, ogni parte di me ringrazia. ogni tanto penso che dall’esterno forse do l’idea di una persona sola. in realtà non sono quasi mai sola, ma quando lo sono state pur certi che mi diverto un sacco. è il mio stato naturale, la condizione che più mi assomiglia. spero di poter vivere così il più a lungo possibile.

[ Commenta l'articolo ]

I commenti sono chiusi.